La Pista

  • Scritto da Riccardo
  • Published in Informazioni
  • Stampa , Email

La pista Touring si trova a Genova Pegli in Via Ungaretti 108, per soli modelli elettrici scala 1:10, è realizzata in un’area di circa 600 mq, appositamente asfaltata in conglomerato bituminoso confezionato e steso in modo ineccepibile allo scopo di essere al tempo stesso perfettamente complanare, requisito indispensabile data la ridottissima altezza da terra dei modelli, e con una granulometria perfetta per ottenere il giusto grip.

Il tracciato è stato studiato per avere il massimo della larghezza nei punti ove è maggiormente necessario (2,5 mt su rettilineo) e allo stesso tempo realizzare un percorso interessante e mai monotono, con tratti molto veloci e sezioni altrettanto tecniche. Una curva a quasi 360°, che costringe chi “vuole fare il tempo” a studiare accuratamente i setup, è la particolarità di questo tracciato che comunque risulta sempre divertente anche con modelli meno prestazionali.

Le barriere di delimitazione della pista sono poste solo dove strettamente necessari a separare le carreggiate lasciando dove possibile spazio a vie di fuga e questo fa in modo che le eventuali ed inevitabili uscite non creano quasi mai danni rilevanti. Infine tutte le aree esterne al nastro d’asfalto sono ricoperte in erba sintetica il che, oltre a realizzare le vie di fuga di cui sopra, conferisce un gradevole effetto estetico e realistico al miniautodromo.

 

La pista è dotata di impianto di illuminazione serale per cui nelle serate estive (e d’inverno per i più temerari…) e nei giorni previsti è possibile utilizzare l’impianto fino alle 24.00. Il complesso, di per se inserito in una zona verde collinare a ridosso del centro urbano, è corredato da un sufficiente numero di box/banchi lavoro dotati di energia elettrica, sono presenti servizi igienici e spazi al contorno gradevoli anche per chi si limita a fare da …spettatore.

Molta cura è stata inoltre posta, nello studio e realizzazione della pista, alle parti accessorie quali cordoli, barriere di delimitazione e spazi di fuga nonché all’ottenimento di un effetto estetico complessivamente gradevole. Per questo i cordoli sono in cemento, per essere duraturi, ma sufficientemente bassi e dolci da non danneggiare le vetture anche in caso di passaggio sugli stessi pur mantenendo la propria funzione.

 

Log in

fb iconLog in with Facebook